Benvenuti su Jabnet.it.

Il 27 Giugno 2006 finisce l’esistenza di Pasquale.
Ad oggi le mie lacrime e quelle di tutte le persone che gli hanno voluto bene non riescono a riempire la voragine lasciata nella nostra vita.
Il dolore, la disperazione, la rabbia, l’abbandono sono i sentimenti che tempestano il cuore delle persone che lo hanno conosciuto e amato.
Personalmente ho condiviso i suoi ultimi attimi di vita, ma ancora oggi non sono del tutto conscio che questo sia avvenuto.
E’ come quando ci si trova persi nella nebbia, si riesce ad immaginare tutto il mondo che ci circonda senza vederlo. Poi a mano a mano che la nebbia si dirada si ritorna alla realtà e in questo caso all’amara realtà che non riesco assolutamente ad accettare.
Pasquale Cacciapuoti lascia due splendidi bambini e una moglie meravigliosa per quanto lo ha amato, accudito nel corso della sua estenuante malattia, sostenuto nel suo mai domo desiderio di vivere, ma sopratutto lascia un patrimonio di amore, affetto, sensibilità e intelligenza che lo hanno caratterizzato nella sua breve vita rendendolo eterno nella memoria di chi lo ha conosciuto.

CIAO PASQUALE … per quanto mi riguarda e ti riguarda, con te muoiono i fratelli BALDI.
Gennaro Ciccarelli